Musicisti

Gianluigi Tartaull è nato a Ravenna nel 1948. Da sempre ha provato interesse per il canto, praticandolo dalla musica leggera a quella d’autore, dallo spiritual alla canzone popolare e politica fino ad esperienze di carattere polifonico. Pur non praticando il suo interesse per la musica in forma professionale (in quanto la sua attività lavorativa si è svolta nel campo educativo e sportivo), ha integrato la passione per il canto con lo studio della chitarra e delle percussioni. All’inizio degli anni 70 ha realizzato insieme a Enzo Fabbri un progetto sul poeta cubano Nicolas Guillen, musicandone diverse poesie e registrandolo su LP, con il titolo “ Cuba attraverso Guillen”.Il suo interesse per la canzone popolare e politica nasce alla fine degli anni 60 e nel clima politico di quegli anni si concretizza nella partecipazione a molteplici inziative, sia nei circuiti Arci che in quelli del Circolo Ottobre. Negli anni 80 e successivi il suo interesse si è incentrato maggiormente sulla canzone d’autore. Nell’ultimo periodo ha portato avanti due progetti: il primo ,” Ricordando Fabrizio”, insieme al gruppo che ha costituito in questa occasione, la Bandeandrè. Il secondo, sulla parola cantata, col titolo “ La poesia es un arma cargada de futuro” insieme al chitarrista Raimondo Raimondi.
Raimondo Raimondi, chitarrista e compositore, nasce a Ravenna il 21 ottobre del 1960 da genitori calabresi.
Fin da bambino mostra interesse per la musica, stimolato dai fratelli maggiori i quali gli infondono l’amore per questa arte meravigliosa oltre ad insegnargli i primi rudimenti.
Studia chitarra classica e mandolino con i maestri Diego Monticelli, Pier Carlo Bechis , Vicchi e Tondini; alterna lo studio a brevi tournée in Spagna, Svizzera, Portogallo dove si esibisce con formazioni locali.
Negli anni ottanta consegue laurea in giurisprudenza; approfondisce lo studio dell’armonia e delle tematiche improvvisative con il maestro Tommaso Lama.
Costituisce un quartetto di bossa nova proponendo rilettura di classici del repertorio brasiliano oltre a composizioni originali.
Partecipa a seminari tenuti da Alirio Diaz, Pat Metheny, Randy Bernsen.
Sul finire degli anni novanta fonda il Raimondo Raimondi Acoustic Trio con il contrabbassista Roberto Bartoli ed il batterista/percussionista Stefano Calvano.
Con questa formazione, allargata talvolta ad altri musicisti di varia estrazione (classica, latino, pop..) partecipa a numerose rassegne proponendo musica d’incrocio, caratterizzata da sonorità di confine in contesto acustico/cameristico.
Sviluppa le sue doti di polistrumentista suonando in studio e live mandola, mandolino, mandoloncello, cuatro venezuelano, balalaika.
A nome Raimondo Raimondi Acoustic Trio pubblica nel 2007 l’album “Corde Tese” con la partecipazione straordinaria di Maurizio Asero alle percussioni e Agide Brunelli al clarinetto.
Si dedica anche a sonorizzazioni per il teatro di poesia collaborando a prestigiose rassegne dedicate alla divulgazione poetica al fianco di poeti e fini dicitori di chiara fama (Maria Giovanna Maioli, Franco Costantini). Nel 2008 partecipa al Ravenna Festival presentando l’album Corde Tese. Nel 2009 si dedica principalmente al tributo a Fabrizio de Andrè con il cantante e grande conoscitore della musica popolare Gianluigi Tartaull ed altri musicisti ravennati. Questo progetto confluisce nel 2010 nella BANDEANDRE'(vedi foto). Il 2010 è anche l’anno del ritorno a Ravenna Festival come special guest del folk-singer australiano Dave Kaye. Sempre più frequente l’uso del mandolino ; attualmente sta lavorando ad un progetto dedicato al grande mandolinista e compositore JACOB DO BANDOLIM , icona della musica popolare brasiliana.
Loretta Pompognoli, nata a Forlì nel 1955,  ha intrapreso gli studi musicali fin dall’adolescenza, conseguendo il Diploma di Pianoforte.
Ha approfondito lo studio della “ Composizione ” fino al completamento del corso inferiore, col relativo titolo di studio.
Si è dedicata alla Direzione Corale, partecipando a numerosi Corsi di aggiornamento coi Maestri Adone Zecchi e Bruno Zagni, cimentandosi nella “ Polifonia Sacra “ alla guida di varie formazioni corali.
Ha studiato musica “ jazz “ con noti musicisti, fra i quali il M° Tomaso Lama; ha seguito un corso di poliritmia finalizzata al pianoforte col M° Franco D’Andrea ed ha avvicinato altri prestigiosi musicisti per approfondire la “ Musica di Consumo ”.
Svolge regolare attività di docente di “ Musica” nella “ Scuola Secondaria di 1° grado ”, nell’ambito della quale
ha attivato un laboratorio ritmico in orario extra-curricolare sullo studio degli strumenti a percussione con ampia partecipazione di alunni vivamente motivati.
Ha affrontato lo studio delle Percussioni Afro-Cubane con il percussionista Fabio Foianini, si è cimentata con  le Tabla Indiane  studiando con il percussionista Matteo Scaioli ed il tablista Sandip Bhattacharya  ed ha avvicinato insegnanti di rilievo come il M° Paolo Caruso ed ultimo il noto percussionista napoletano Flavio Piscopo.
Ha contribuito, come percussionista, alla formazione di un gruppo su un progetto di Musica Popolare/Mediterranea, ed attualmente fa parte di un progetto musicale interamente dedicato al cantautore scomparso Fabrizio De Andrè.
Stefano Fabbri è nato a Ravenna, Italia, il 15/03/1971.

  • nel 2000 intraprende lo studio di ritmiche africane sul Djembé con l’insegnante Fabio Foianini
  • dalla musica africana si sposta verso quella brasiliana e si reca a São Salvador de Bahia (2003) e Recife (2004) in Brasile dove frequenta stages di ritmi afro-brasiliani per ensemble.
  • seminario di samba tenuto da Mestre Sombra, direttore della Escola de Samba Mocidade Alegre de São Paulo (vincitrice del carnevale edizione 2004 della città stessa) che si è svolto presso l’Associazione Berimbau di Treviso in occasione dello svolgimento della Prima Sfilata Ufficiale del Carnevale di Samba Italiano.
  • ha studiato djembé, timba, e pandeiro con il musicista percussionista Davide Bernaro
  • workshop di Timba al PAC di Berlino con il didatta e percussionista di fama internazionale Dudu Tucci.
  • seminario di pandeiro tenuto da Sergio Krakowsky (Mitoka Samba, Milano).
  • partecipazione alla sfilata di percussioni e danza afrobaiane Afoxé Loni, che ha aperto la parata del Carnevale delle Culture del 2008 e 2009 di Berlino (Germania, Berlino).
  • stage di bateria di samba tenuto a St. Andreasberg / Harz (Germania) da Dudu Tucci.

Oltre al progetto Bandeandré suona con il compositore e cantante Dave Kaye.

Nazzarena Galassi
Luca Vassura, nato a Ravenna nel 1967, inizia lo studio della fisarmonica fin da bambino, seguendo le orme del padre.
Negli anni di formazione approfondisce gli studi classici e per 5 anni fa parte della fisorchestra giovanile I Villanella,  sotto la direzione artistica di Mary Ortolani

Successivamente la passione e la versatilità  lo portano a collaborare con diversi gruppi musicali in ambito amatoriale.
E’ impegnato in maniera stabile o saltuariamente in diverse formazioni di musica leggera, country e popolare.
Nel 2008 partecipa alla formazione del gruppo Bandeandrè nel quale è tuttora impegnato.
Fa parte del quartetto: Lavorare Stanca, e cantar rinfranca, dedicato ai canti di lavoro.
Insieme a Gianluigi Tartaull ha dato vita al progetto sulla canzone d’autore francese: Le Mal de Paris.

Giacomo Sangiorgi
Caterina Sangiorgi